Zuppa di pollo mortale!

Nel tardo 1950, c’era una donna single di nome Sophie Muller, con gli occhi blu, aveva studiato arte e giornalismo e recentemente aveva iniziato a viaggiare lungo le rive della giungla Colombiana spendendo parecchi giorni al mese in ciascuno dei villaggi. a quei tempi non c’erano aerei, hotel o ristoranti.
Viaggiare significava stare seduti per giorni e giorni su i blocchi di legno di una scomodissima canoa, questo era spesso seguito da una scampinata nella fitta giungla. Per dormire si usavano amache appese tra le capanne di paglia degli abitanti del villaggio. Il cibo consisteva in qualsiasi cosa le persone del villaggio volessero mangiare quel giorno, il che poteva essere dal pesce affumicato ad un gustoso cinghiale selvatico, dalle larve di palma alla zuppa di zampe di gallina.
Pero’ un giorno, il mago “dottore” del villaggio decise di cucinare una zuppa di pollo per Sophie con l’aggiunta di un ingrediente segreto. Gli abitanti del villaggio stavano a guardare mentre Sophie, completamente ignara di cosa ci fosse nella zuppa, mangiava la zuppa contenente il piu’ potente veleno che si potesse trovare nella giungla, era un veleno che uccideva in cinque minuti dall’assunzione. Senza contare che il mago ne aveva aggiunto abbastanza da uccidere cinque persone.
Tutti stavano a guardare, aspettando l’inevitabile morte di Sophie….ma cosi’ non fu. Sophie ebbe episodi di vomito, ma non mori’. Questo era totalmente inspiegabile. Le comprensibili domande sulla potenza del veleno vennero prontamente azzittite quando alcuni dei cani del villaggio, leccato il vomito di Sophie caddero morti al suolo.
Il potere protettivo di Dio era evidente e fu cosi’ che il mago “dottore” che aveva cercato di uccidere Sophie passo’ dalla magia a Dio. In quel modo Sophie venne riconosciuta da tutti come figlia di Dio e gli fu permesso viaggiare ovunque volesse nella giungla senza pericolo di attacco da parte dei villaggi.
Quello che Sophie non poteva sapere e’ che Dio avrebbe usato la sua testimonianza per aprire la strada ad altri che sarebbero venuti dopo di lei. Altri tipo Mark e Joyce Cain.
“Sophie ha aperto una strada che abbiamo potuto usare per raggiungere i Guahibos,” dice Joyce. “Siamo stati accettati come team all’interno della tribu’ grazie al timbro di approvazione di Sophie.”
Dio ha usato Sophie, sta usando Mark e Joyce e tutta la tribu’ per diffondere la Sua Parola. Prega per il lavoro che Dio sta facendo tra i Guahibos.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ethnos360 Italia